tutto in un giorno

SBLINKY

Biker urlandum
il percorso si svolge a cavallo tra l'Italia e la Svizzera, solcando le due valli Ferret omonime e contigue. Dò le tappe fondamentali di questo giro "ciclo-alpinistico"; da non perdere per i meravigliosi panorami sul Monte Bianco, per le "sfrenate" discese sui prati svizzeri (vacche permettendo!) e per le bestemmie in salita (con bici sullo zaino)! Partenza all'alba da Arnouva 1769 mslm fino al Col du Gr. Ferret 2537 mslm; terribile salita a freddo: ultimissimo tratto bici in spalla. Dal colle ci si BUTTA in Svizzera con una discesa da “downhill” di 735 m di dislivello fino a La Baux: tratto poco sopra l'alpeggio con salti, gobbe e paraboliche su sentiero ottimamente battuto: molto tecnico e veloce anche nel fondo valle con una sterrata a tornanti impressionante. Da qui si risalgono 896 m di dislivello per raggiungere a quota 2698 mslm la Fenetre du Ferret che lambisce il passo del Gran San Bernardo (si può deviare per una visita all'"Hospice" e vedere il simpatico cane): salitona interminabile, ma appagante per panorama e severità dell'ambiente. Dal Colle si scende direttamente verso il borgo di Saint Rhemy sfruttando l'antica via franchigena: su asfalto fino alla prima casa cantoniera e al ristoro di Napoleone (luogo insolito da visitare....!!!), poi giù su sterrata sfuttando tutto il sentiero nr 13 fino a S. Leonard 1755 mslm: discesa molto lunga ed estenuante (943 m di dislivello), tecnica all'interno del bosco per il sentiero stretto, ma ben battuto, e molto ripido. Qui si può decidere se continuare per altri due colli o deviare per Aosta e quindi Courmayeur per chiudere l'anello. Prossimo colle è quello di Citrin a quota 2484 mslm con 729 m di dislivello (seguire le indicazioni per le sorgenti del Citrin): la prima metà della salita è da suicidio ( e non aggiungo altro!!!! ), la seconda è totalmente pedalabile e si apre su un altipiano non molto scosceso. Spettacolare discesa dal colle verso la valle di Vertosan: 402 m di dislivello tecnicissimi, vicini al trial. Si risalgono su carrareccia 150 metri di dislivello fino al Col du Joux a quota 1930 mslm, noiosetti perchè lunghi 6 km, ma poi si affrontano 1155 m di dislivello in discesa da fondere i dischi, fino al fondovalle della valle principale: fino ad Avise 775 mslm; si possono percorrere tutti su asfalto ma molte sono le deviazioni segnalate sui margini della strada principale dedicate ai bikers (è un divertimento trovarle!?). Giunti ad Avise potete raggiungere Courmayeur in mezzora e Arnouva in un'ora di asfalto (anche bus). Il tour è stato compiuto nell'Agosto di due anni fa, tutto in dodici ore da Arnouva ad Avise. Lo consiglio a chi ama le discese fuori da ogni schema e percorso prestabilito, senza dover pensare troppo a dove andare con la propria bici; così è nato, senza pianificazioni e decisioni a tavolino in assoluta libertà, d'istinto. L'ambiente è di medio-alta montagna e il clima, cambiando velocemente, può mettere in difficoltà: indumenti adatti ad ogni situazione e carte escursionistiche non debbono mancare, anche un ottimo allenamento al traino. Molti i punti di ristoro e acqua. Molta attenzione ai trekker: vi faranno il tifo in discesa e non crederanno ai loro occhi quando giungerete ai colli. Buon divertimento da Sblinkare!!
 

SBLINKY

Biker urlandum
dacci più info su quali sono e quanto sono lunghi i tratti pedalabili e quali sono da bici in spalla.
tnx
le parti più carognose sono quelle dal rifugio Elena in val Ferret italiana fino al colle omonimo (circa 400-500 metri con biga in spalla); quella da Le Baux fino alla Fenetre du Ferret quasi tutti non pedalabili e per il colle del Citrin i primi 200-300 metri di dislivello.
 

supermario73

Biker extra
3/24/08
740
0
0
riva del garda
Visit site
le parti più carognose sono quelle dal rifugio Elena in val Ferret italiana fino al colle omonimo (circa 400-500 metri con biga in spalla); quella da Le Baux fino alla Fenetre du Ferret quasi tutti non pedalabili e per il colle del Citrin i primi 200-300 metri di dislivello.
ciao volevo sapere info sul giro del malatrà ke farò in luglio.da aosta,s.leonardo,alpe mardeux,colle malatràpoi giu per la val ferret ,entreves,curmayeur,aosta.grazie
 

SBLINKY

Biker urlandum
ciao volevo sapere info sul giro del malatrà ke farò in luglio.da aosta,s.leonardo,alpe mardeux,colle malatràpoi giu per la val ferret ,entreves,curmayeur,aosta.grazie


ho provato due anni fa a fare il giro che mi descrivi tu(al contrario), purtroppo all'interno del canale malatrà ho dovuto girare la biga e tornare al bonatti (era il mese di settembre/ottobre??) perchè il sentiero era una lastra di ghiaccio per un centinaio di metri e non c'era possibilità di aggirare l'ostacolo.....cmq fin lì bella salita e bella discesa su sterrata e sentiero neanche tanto tecnico.
se posso suggerire ...quando sei al bonatti non scendere nella val ferret ma traversa in quota fino albertone (panorama bellissimo sulle grand jorasses e dente del gigante), scendi poi direttamente a courmayer al villair
ciao
 

supermario73

Biker extra
3/24/08
740
0
0
riva del garda
Visit site
ho provato due anni fa a fare il giro che mi descrivi tu(al contrario), purtroppo all'interno del canale malatrà ho dovuto girare la biga e tornare al bonatti (era il mese di settembre/ottobre??) perchè il sentiero era una lastra di ghiaccio per un centinaio di metri e non c'era possibilità di aggirare l'ostacolo.....cmq fin lì bella salita e bella discesa su sterrata e sentiero neanche tanto tecnico.
se posso suggerire ...quando sei al bonatti non scendere nella val ferret ma traversa in quota fino albertone (panorama bellissimo sulle grand jorasses e dente del gigante), scendi poi direttamente a courmayer al villair
ciao
grazie del info.ma questa variabile del percorso è tutta fattibile con una mtb normale o troppo tecnica con rischio di spingere?
 

Danybiker88

Redazione
9/4/04
12,241
186
0
35
Torino
www.picasawebweb.com
grazie del info.ma questa variabile del percorso è tutta fattibile con una mtb normale o troppo tecnica con rischio di spingere?


Si può fare senza troppi problemi. A parte qualche torrente che ha un po scavato, sicuramente merita molto di più della discesa sul fondovalle.
La discesa dal Bertone su La Saxe è molto bella, con un paio di passaggini un po tecnici ma adatta ad un biker di medio livello.
 

Classifica giornaliera dislivello positivo

Classifica mensile dislivello positivo